Via Roma 102/D - 47921 Rimini        0541.52231

In allegato la locandina  ENPAF riportante la tipologia delle prestazioni erogate con la relativa scadenza.

Locandina

CONTRIBUTO 0,5%
SOCIETA’ DI GESTIONE DI FARMACIA PRIVATA CON MAGGIORANZA DI NON FARMACISTI (ART. 1, COMMA 441 LEGGE N.205/2018)

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha approvato, in data 22 marzo 2019, il Regolamento di attuazione contributo 0,5 per cento adottato dall’Enpaf (per leggerne il contenuto è possibile attivare il seguente link Regolamento attuazione contributo 0,5%).L’art. 1, comma 441 della legge n. 205/2017 prevede che, a decorrere dal 1° gennaio 2018, le società di capitali nonché le società cooperative a responsabilità limitata e le società di persone, titolari di farmacia privata, rispettivamente con capitale maggioritario di soci non farmacisti o, nel caso di società di persone, con maggioranza di soci non farmacisti, versino all’Enpaf un contributo pari allo 0,5 per cento del fatturato annuo al netto dell’IVA e che il contributo sia versato annualmente entro il 30 settembre dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio. Il Regolamento di attuazione contiene una serie di disposizioni volte a disciplinare alcuni aspetti operativi legati al contributo 0,5 per cento. Viene, in primo luogo previsto che il contributo è frazionabile in ragione dei periodi dell’anno nei quali le società hanno avuto le caratteristiche previste dalla legge per entrare nel campo di applicazione del contributo. L’importo dovuto verrà quindi calcolato in ragione del periodo dell’anno in cui la società si è trovata nell’ambito di applicazione del contributo.

In data 7 marzo 2019, con deliberazione n. 12, il Consiglio di amministrazione dell’Enpaf ha approvato il bando per le borse di studio destinate ai figli dei farmacisti relativamente all’anno scolastico-accademico 2017/2018.

DESTINATARI:
Figli di farmacisti iscritti, dei pensionati Enpaf e orfani dei farmacisti. Il requisito minimo di iscrizione e di contribuzione, alla data della domanda, è di almeno otto anni regolarmente versati.

NEWS ENPAF

Il nuovo Testo Unico in materia di piante officinali (D.Lgs. 75/2018) ha abrogato la precedente disposizione che riservava ai farmacisti la vendita al minuto delle piante officinali inserite in apposita Tabella. L’attuale disciplina riserva, invece, ai farmacisti iscritti all’Albo “le preparazioni estemporanee ad uso alimentare, conformi alla legislazione alimentare, che sono destinate al singolo cliente, vendute sfuse e non preconfezionate e costituite da piante tal quali, da sole o in miscela, estratti secchi o liquidi di piante” (art. 1 D.Lgs. 75/2018). Tale attività, pertanto, è qualificabile come professionale, sia ai fini pensionistici, sia ai fini delle riduzioni contributive in presenza degli altri requisiti. L’attività descritta nell’art. 1 menzionato, può essere svolta dai titolari delle erboristerie e dai collaboratori che operano nell’ambito delle stesse e presenta un contenuto più ampio di quella precedentemente considerata professionale. Quindi, contrariamente a quanto precedentemente comunicato nella Newsletter di ottobre 2018, l’attività dei titolari e collaboratori operanti nell’ambito delle erboristerie deve essere considerata professionale, sempreché in tali esercizi i farmacisti iscritti svolgano le attività di preparazione sopra descritte e non si limitino, ad esempio, a vendere esclusivamente prodotti preconfezionati.

Realizzazione tecnica e grafica a cura di SpoonDesign